lunedì 30 dicembre 2013

Si avvicina il nuovo anno...e vi parlo un po' del vecchio ^_^

Tempo di bilanci  e buoni propositi un po' per tutti e sento di non potermi esimere dal farne anche io...

Il 2013 è stato un anno di consolidamento degli affetti: mi sono "assestata" nella nuova casa-laboratorio di Paolo, ho ricavato i miei spazi, ho condiviso fortemente i suoi (spero senza invaderne troppi ^_^), abbiamo raggiunto un'intesa tale che i nuovi amici ci hanno chiesto se eravamo coppia da molto tempo, ci siamo fidati e affidati l'uno all'altra trovando i nostri equilibri.

un piccolo angolo caotico, ma condiviso...


Il 2013 è stato un anno di passaggio all'età adulta: mia figlia (25 anni) è tornata ad abitare nella mia casa sui monti, alle prese con legna, stufa e neve, tanto bosco, tanto calore umano tipico dei piccoli paesi montani, ha iniziato il Servizio Civile e quindi ha il suo piccolo, ma meritato stipendio, canta nel coro della Chiesa che spesso va in tournée nei paesi vicini, fa volontariato e per "arrotondare" un paio di giorni a settimana aiuta una signora anziana con le incombenze domestiche. Ci sentiamo tutti i giorni e ci vediamo spesso, ma ogni tanto mi chiama per dirmi che le manco...anche lei mi manca (che volete farci, siamo cresciute insieme, io e lei, abbiamo affrontato tante cose assieme, nel bene e nel male, ma il distacco fa parte della crescita ed è giusto che ci sia...). Lei è felice per me, io sono felice per lei e tanto basta.

Noemi


Il 2013 è stato l'anno dei pennelli: come dico e scrivo spesso, era inevitabile! Abitando in una casa laboratorio dove il 70 % degli spazi è occupato da cavalletti da pittura, tele, pennelli e colori di tutti i tipi (senza contare un Maestro a disposizione 24 ore su 24) era inevitabile che mi dedicassi anche a questo ^_^ Ho dipinto e disegnato con tutti i colori che avevo sottomano, olio, acrilico, acquerello, carboncino, gessi, etc... e tanti soggetti diversi, dedicandomi principalmente ai gatti, che quest'anno son "volati" in ogni parte del mondo, regalandomi complimenti e piccole soddisfazioni...Ho dipinto su tanti supporti diversi, ma uno un po' mi manca: il muro...abituata ad utilizzare i muri, nelle case in cui ho abitato, per farne grandi tele su cui "sfogare" malinconia e passione, adesso non ho muri liberi a disposizione, ma "mai dire mai" ;)

mici sul muro


Il 2013 è stato l'anno di tante piccole grandi cose: mostre d'arte, nuovi e vecchi amici, nuove lane da lavorare, buoni libri da leggere, la "scoperta" del Doctor Who, il mio piccolo impegno al museo delle percussioni di Luigi, un po' di lavoro a progetto in ambito formativo, tanto impegno nei social network, le mie "creature" spedite ovunque e ovunque amate...

Il bilancio lo chiudo in positivo, non ho dubbi! Come buon proposito per l'anno nuovo, invece, ne ho uno solo, ma veramente grande: che per ogni "voglio fare" non ci sia un "rimando a domani"! Che dite, ce la posso fare? 

Intanto vi saluto e vi auguro un Buon Anno nuovo pieno di tutte le belle cose che ciascuno desidera e vi lascio qui, come ultima immagine, quella di un piccolo calendario che chi vorrà potrà stamparsi e tenere con sé ^_^









giovedì 7 novembre 2013

Libera la tua creatività! (intervista) / Set creativity free! (interview)

Ok, ormai ho preso il via con le interviste e trovo pure molto interessante proporle e leggere le risposte, mai scontate!
Oggi è il turno di Conny. Cosa mi ha colpito di lei? L'energia che trasmette nelle cose che fa, una sana, morbida, solare energia ! Una donna che lavora vecchi pezzi di vetro o materiali di scarto trasformandoli in luminosi monili che regalano luce come le classiche sfaccettate gocce di antichi lampadari, come pensate che possa essere "di persona"? Bon, Conny (che ho conosciuto in una mia incursione romana) è veramente una botta di vita, un grande sorriso e morbidi abbracci, non si può non pensare a quanto di sè mette nei lavori che fa...quindi ve la presento ^_^

Ok, I've started to post  the interviews and I love to interview creative people nd read their answers, never predictable!
Today is the turn of Conny. What struck me about her? The energy that she transmits in the things that she does, a healthy, soft, solar energy! A woman working old pieces of glass or discarded materials, turning them into jewelry that give bright light as the classic faceted drops of antique chandeliers, how do you think it would be "in person"? Bon, Conny (I knew her in my travel to Rome) is really full of life, a big smile and soft hugs, we can think about how much of herself puts in the work she does ... then I'll introduce her!


Conny's Kreations

Qual è il nome del tuo negozio, cosa crei e vendi? 
Conny's Kreations, in italiano sarebbe le Creazioni di Conny. All'inizio era Conny's Bijoux, perché ho iniziato con la bigiotteria ma vorrei riuscire a fare anche altro, trovando il tempo. Realizzo bigiotteria Tiffany e bigiotteria con materiali di riciclo e/o di riuso.

Qual è la tua fonte di ispirazione nell'arte e nella vita? 
In realtà non ne ho una specifica, l'ispirazione mi viene da tante cose diverse, a volte sono i materiali stessi ad ispirarmi, specialmente nel riciclo, vedo un oggetto inutilizzato o pronto per la spazzatura e penso che potrei trasformarlo in un'altra cosa. Ora ad esempio ho una scatolina di plastica dei cotton fioc che è in attesa di sapere se finirà nel riciclo o diventerà qualcos'altro. Per il vetro ovviamente è diverso, il materiale è sempre lo stesso e a volte studio dei soggetti che penso possano essere interessanti, come è successo per i ciondoli farfalle, a volte viene da se, come per il ciondolo gatto per cui mi sono ispirata al gatto di un mio amico. Qualche volta inizio a disegnare delle linee a caso e vedo dove mi portano, un po come succede per la scrittura automatica! Il disegno automatico.

What is the name of your store , what you create and sell ?
Conny's Kreations  means “the creations of Conny” . At first it was Conny's Bijoux, because I started with jewelry but I would be able to do even more , finding the time. I realize Tiffany jewelries and jeweleries from recycled materials and / or reuse .
What is your source of inspiration in art and life ?
I do not have a specific inspiration, my inspiration comes from many different things. Sometimes they are the materials themselves inspire me , especially in the recycling , I see an object unused or ready for the trash  and I think I could turn it into something else . Now, for example, I have a plastic box of cotton buds that is waiting to know if it end up in the recycling or become something else. For the glass, obviously, it’s different , the material is always the same and sometimes the study of the subject that I think might be interesting, as it happened for the pendants “Butterflies”, sometimes it comes from though as for the cat pendant for which I was inspired by the cat of a friend of mine . Sometimes I start to draw lines at random and see where it leads me , a bit like going to the automatic writing !
Ascolti musica quando crei? E se sì, quale? 
Normalmente no, cantando in un coro sono come satura, e quindi la maggior parte del tempo lavoro nel silenzio. Quando decido di mettere la musica ci possono essere motivi diversi che mi spingono, se devo studiare un brano lo metto a ciclo continuo e "spero di impararlo" per osmosi, a volte se voglio che il mio lavoro abbia un mood particolare cerco su youtube delle playlist adatte. Ad esempio per preparare articoli di Natale, cerco qualcosa che mi faccia entrare nello spirito natalizio, anche se magari è agosto! Comunque ascolto cose anche molto diverse, sono abbastanza eclettica. 

Com'è il tuo studio o spazio creativo? 
Lavoro nella mia camera, dove convivono, libri, letto, armadi, collezioni e materiali di lavoro. Sono una gran disordinata quindi è in corso una lotta quotidiana per tenere ogni cosa nel suo spazio, il piano di lavoro è la mia scrivania, dove faccio tutto. Quando lavoro il vetro, poi alcuni attrezzi arrivano fino al comodino/sgabello/scaletta altri invece si alternano, uno esce l'altro entra a seconda delle fasi di lavoro. In pratica ogni sera tutto deve tornare al suo posto! 


Listen to music when you create ? And if so , which one?
Usually I don’t listen music when I create, I sing in a choir and so, the rest of the time, I prefer  to work in silence. When I decide to put music there can be various reasons that lead me , if I have to study a song I put it in a continuous loop and " I hope to learn " by osmosis , sometimes if I want a particular mood for my creation  I search playlist  on youtube. For example, to prepare Christmas items , I look for something that makes me get into the Christmas spirit , though perhaps it is August ! However, I love to list very different music , I'm an eclectic woman.
How is your studio or creative space ?
I work in my room, where  I cohabited with books, bed , cabinets, collections and working materials . I'm a big messy and every day I fight to keep everything in own place , the plan of my work is my desk where I do everything . When I work the glass , some tools goes up to the bedside table / stool / ladder while others take turns , one comes out the other enters a second phase of work. In practice every night everything must return to own place !


Quali sono le 3 cose di cui non puoi fare a meno? 
Parlando in maniera molto limitata agli oggetti, direi libri in primis, mi aiutano a rilassarmi e ad evadere dalla quotidianità. Nell'ultimo anno sicuramente il mio portatile, con cui lavoro e poi anche se non sono un oggetto, direi, le mie mani, che mi permettono di creare tutto quello che mi passa per la mente, o almeno una parte!

Quale è il miglior consiglio sulla creatività che ti è stato dato? 
Nessuno, e penso sarebbe difficile darne, la creatività va solo lasciata libera di andare. Forse il consiglio migliore che si potrebbe dare sulla creatività è di lasciarla libera, così che possa esprimersi al massimo.

Qual'è la novità, il prodotto o il progetto che ti piacerebbe condividere con noi? 
Sto pensando ad una linea di gioielli in vetro più particolare, meno legata ad esigenze economiche o di stile, che mi permetta di esprimermi al massimo, arrivando anche a fare pezzi unici e irriproducibili e di costo più elevato, ma con una connotazione più personale e slegata dalle esigenze "commerciali".

What are the 3 things that you can't do without?
Speaking about objects , at first I can’t do without books, that they help me to relax and escape from everyday life . In the last year definitely I can’t do  without my laptop, I work with him and then also if you are not an object , I can’t do without  my hands , that they help me to create everything that goes through my mind, or at least part !
What is the best creative advice you have been given?
No one  and I think it would be difficult to give creativity’s tips because we must left it free to go. So,  the best tip that I can give about creativity is to leave it free !
What is new, any product or project that you 'd like to share with us?
I'm thinking of a line of glass jewelry with more detail, less tied to the economic or style  needs, that allows me to express myself to the fullest, to make unique and irreproducible jewelry with higher cost, but with a more personal and connotation disconnected from the needs of "commercial" .


Bracciale in pvc
E adesso un po' di link dove potete trovare i lavori di Conny:
Etsy Shop
Pagina Facebook
Come lavora Conny (non potete perdervi questo video!- Conny at work)

mercoledì 6 novembre 2013

non solo gatti...

Micetta

Chi mi segue avrà notato da un po' sa che verso gli animali ho sempre provato una forte complicità...ho avuto la fortuna di avere come compagni di avventure molti amici a quattro zampe, alcuni di loro mi son stati vicini per molti anni e ancora li porto nel cuore, altri son con me ancora adesso e mi fanno compagnia sul divano o mi chiamano per giocare assieme o per fare uno spuntino, con altri ci siamo semplicemente incrociati per strada, due coccole e un po' di salti assieme, altri mi hanno portato lungo le mulattiere dell'appennino facendomi sentire il vento tra i capelli e la forza di un cavallo in simbiosi con me...



Geremia e Biba
Con loro mi sento cucciola e mi sento forte, mi sento protetta e protettrice, parte di loro ed individuo, li guardo negli occhi e ci vedo dentro il mondo...


Kristal, la mia modella per  cappottini ^_^
questo è uno dei "perchè" da quando ho preso in mano i pennelli mi trovo invariabilmente a ritrarre gatti e cani di tutti i tipi...prossimamente mi allargherò anche ad altri animali, promesso ;) 



mercoledì 16 ottobre 2013

Le Blusine, un Haiku e il Porridge (interview in Italian and English)

Ogni tanto mi piace dare spazio alla creatività che mi circonda, lo faccio in modo random, quando questa mi colpisce...e Le Blusine mi hanno colpita (e centrata in pieno! ^_^) quindi ecco a voi una breve intervista a Micol di Le Blusine...leggendola capirete anche il titolo di questo post ;)

Sometimes I like to give space to the creativity that surrounds me, I do it randomly, when it "hits" me ... Le Blusine struck me (and centered in the middle ^ _ ^) so here's to you a short interview  with Micol .. . you will understand the title of this post, I promise ;)



Qual è il nome del tuo negozio, cosa crei e vendi? 
Il nome del mio negozio è "Le Blusine" un nome che racchiude in sè alcune caratteristiche ispiratrici di questo mio progetto: bluse, blu e usine (in francese significa fabbrica). L'idea iniziale era infatti quella di creare abiti da lavoro, ispirati agli abiti da lavoro, blu. Ma...allargando la gamma delle ispirazioni, pensando al lavoro come "il fare" e amando anche altri colori, il progetto si è articolato ed è tutt'oggi in costante divenire. Gli abiti sono fatti dando massima attenzione ai materiali e arricchiti con qualche accorgimento che ne permette la "portabilità" anche fuori dall'ambito strettamente lavorativo e si possono trasformare per seguirci nei diversi momenti della giornata. La giornata a cui penso è quella percorsa da qualcuno come me: un'artista e una mamma, una persona che passa il tempo a contatto con stoffe, ma anche con vetri, legni, colori, tele, fili, ma anche organizzando una mostra con il compagno fotografo, ma anche giocando con il proprio bimbo a..qualsiasi cosa! Faccio abiti per il fare ma anche comodi per non far niente..che è qualcosa che serve al pensiero, all'ispirazione.

. What's the name of your business, what do you create and sell?
The name of my shop is "Le Blusine"  that embodies some characteristics that inspiring my project: blouses, blue and usine (in French means factory). The starting idea was indeed to create work clothes, inspired by the work clothes, blue. But .. expanding the range of inspirations, thinking of the work as "doing" and loving other colors, the project is articulated and is still in constant becoming.
The clothes are made by giving full attention to the materials and enriched with some changes that allows the "portability" even outside the working closely and you can turn to follow us at different times of the day. The day I think about is that experienced by someone like me, an artist and a mom, a person who spends time in contact with cloth, but also with glass, wood, colors, canvas, wire, but also organizing an exhibition with her fiance photographer, but also playing with her child to .. anything!I make clothes for the "doing" but also comfortable to do nothing .. which is something you need to think, to inspiration.

Quali sono le 3 cose di cui non puoi fare a meno? Un buon sonno, un sogno e dell'ottimismo.
What 3 things can't you live without? A good sleep, a dream and a bit of optimism.



Qual'è la novità, il prodotto o il progetto che ti piacerebbe condividere con noi?Una novità sono grembiuli per bambini e poi sto lavorando con i colori e i tessuti autunnali, adoro il color ruggine!

What's new? Any products or projects you'd like to share? 
A novelty is aprons for kids and then I'm working with the colors and textures of autumn, I love the rust color!

Qual è la tua fonte di ispirazione nell'arte e nella vita? Il mio vissuto è ciò che mi ispira, mi piace ripescare cose dalla memoria, ma anche da vecchi libri, foto, film..quando viaggio scatto tante foto e poi non riesco a buttare nulla, abbandono le cose per un pò di tempo così quando le ritrovo dicono cose nuove. Nella vita mi ispirano tante cose, mi piace leggere le biografie degli artisti.

What are your inspirations in your art and life? My experience is what inspires me, I like to fish out things from memory, but also from old books, photos, movies...When I travel I shoot lots of photos and then I can not throw anything, leaving things for a bit of time so when the meeting they say new things. In the life many things inspire me, I like to read biographies of the artists.



Com'è il tuo studio o spazio creativo? Il mio studio è un pò come il mio logo: un tavolo! La mia è una casa-studio che si trasforma e si adatta un pò come i miei abiti!! C'è la mia macchina da cucire, due tavoli, un armadio, cassetti e tante scatole e scatoline..il computer e fuori dalle finestre giardino e una bella porzione di cielo.

What is your studio or work space like? My studio is a bit like my logo: a table! My home is a home-study that transforms and adapts a bit like my clothes!There's my sewing machine, two tables, a wardrobe, drawers and lots of boxes and little boxes .. the computer and out of the windows garden and a nice portion of the sky.


Quale è il miglior consiglio sulla creatività che ti è stato dato? Letto da poco e lo penso come qualcosa a cui tendere: "Un vero haiku deve essere semplice come il porridge e al tempo stesso mostrarti l'essenza stessa delle cose".

What is the best creative advice you have been given? 
Just read it and think of it as something to aim for, "A true haiku should be as simple as porridge and at the same time show the essence of things"


Qual'è la novità, il prodotto o il progetto che ti piacerebbe condividere con noi?
Una novità sono grembiuli per bambini e poi sto lavorando con i colori e i tessuti autunnali, adoro il color ruggine!


 What's new? Any products or projects you'd like to share? 
A novelty is aprons for kids and then I'm working with the colors and textures of autumn, I love the rust color!


Le Blusine sono qui:
Etsy shop
Sito



domenica 13 ottobre 2013

In un mondo grigio...

In un mondo grigio, si possono trovare bellissimi colori....


...ecco cosa pensavo mentre fotografavo il mio "nuovo" vecchio astuccio completo di ben 38 acquerelli (acquistato al Mercatino dell'antiquariato e modernariato in città dopo mesi di ricerche proprio di questo astuccio)... è stato un regalo di Paolo e mi ha fatto felice come una bimba davanti ad una intera ciotola di caramelle....

....ed in mezzo al grigiore i colori son tanti e tutti belli...

...ed ecco quello che è il mio pensiero durante questi tempi così bui per il nostro Paese..

Sì, sono una Ottimista per natura e per necessità, ho bisogno di essere ottimista e di vedere i colori, ne ho bisogno come di una boccata d'ossigeno dopo un'apnea...

possono togliermi tanto, possono bombardarmi di notizie dolorose, di pena, di povertà, di arrabbiature, di delusioni e amarezze, possono flagellarmi con immagini orrende, possono ustionarmi gli occhi e il cuore, possono affogarmi in oceani di parole che fan male
...ma non mi toglieranno mai la voglia di continuare a vedere tanti colori in mezzo al grigio...anzi, come vedete, grazie a quel grigio, i colori risaltano ancora di più!

...e spero che assieme a me anche voi riusciate a vedere i colori, perché ci sono, esistono, ve lo assicuro...

Un abbraccio da un'inguaribile ottimista ^_^

lunedì 7 ottobre 2013

DLIN DLON suggerimenti per gli acquisti - wishlist

A me piacciono le cose che hanno una storia, non so se lo avevate capito...

Mi piace toccare, annusare, guardare e comprare cose che possono raccontarmi piccole storie, sia che si tratti di cose nuove che mi raccontano un po' di chi le ha create, sia che si tratti di cose vecchie che mi raccontano un po' di chi le ha amate...

Questo mio post condivide con voi un po' di belle cose che raccontano di scelta nei materiali, studio del design, tecniche di artigianato, ore di lavoro, voglia di mettere qualcosa di sè nelle trame di filati e tessuti...ogni pezzo fatto con le propria manualità e con la propria creatività...ognuna di queste cose che vi propongo raccontano piccole storie italiane di donne e uomini che per fortuna ancora credono che l'originalità batte l'omologazione, che la cura dei dettagli di ogni singolo lavoro batte le cose fatte in serie , persone che sanno che ogni cosa che esce dalle loro mani è in qualche modo unica, per persone uniche.

ecco qua una piccola parte di creatività tutta italiana ^_^

I love things that tells stories...

I love to touch , to  smell , to look and to buy things that can tells little stories , whether it be new things that tells me a little story about  who created them , whether it be the old things that tells a little story about who has loved them ...

My post shares with you a little collection of good things that tell about choice in materials, design work, technical craft , hours of work, people that want to put something of himself in the plots of yarns and fabrics  ... by their hands  and using their own creativity ... all of these things that I propose tells small stories of Italian men and women who luckily still believe that the originality beats the approval, that the cure of the details of each creative works beats things done in series, people who know that everything that comes out of their hands is something unique , for unique people .

here's a small part of Italian creativity ^ _ ^

'handmade and heartmade' by verityunmondoaparte

enjoy

Tan Jackalope soft sculpture with cute horns and perfect totem animal - trepuntozerocivette
Tan Jackalope soft scul...
$32
brooch gold white plastic portrait pin - Clara -ready to ship - ireneagh
brooch gold white plast...
$12
Brown Lace Scarf  Chunky Neckwarmer Cowl - callmemimi
Brown Lace Scarf Chunk...
$35
Handknitted Chunky Double blanket in Natural Alpaca  - double bed blanket - cosediisa
Handknitted Chunky Doub...
$880
Baby Tapir Necklace - FlowerLandShop
Baby Tapir Necklace
$38
Plush mouse felt miniature gray cream brown - atelierpompadour
Plush mouse felt miniat...
$19
Knit cashmere fiber necklace / Textile necklace / Rustic chic jewelry / Modern fiber necklace / Fall fashion / Green brown mustard taupe - AliquidTextileJewels
Knit cashmere fiber nec...
$65
purse in gray felt and yellow paracord rope handmade in italy - FMLdesign
purse in gray felt and ...
$37
Spoon Rest in  orange brown Stoneware Ceramic Pottery - lofficina
Spoon Rest in orange b...
$12
Dark brown leather bracelet with glass pearl - ultra suede leather bracelet - unisex bracelet - man bracelet - for him - IndieLab
Dark brown leather brac...
$15
Linen photo album white polka dots - sadilla
Linen photo album white...
$45
Handwoven table runner - Mireloom
Handwoven table runner
$67
Birthday card with a bear blowing out the candles, happy birthday greetings card for kids, children illustration, birthday party - LaDouceurDuMiel
Birthday card with a be...
$2.5
Chunky Scarf, Shrug, Bolero, Neckwarmer - Handknit Multifuncional - white, yellow, brown fuzzy yarn with giant flower brooch - SPICED SNOW - ixela
Chunky Scarf, Shrug, Bo...
$68
Makeup pouch - NY city - contemori
Makeup pouch - NY city
$29
Cardigan / sweater / coat size 4 years old - knittingcate
Cardigan / sweater / co...
$53

venerdì 27 settembre 2013

una ricetta di stagione

Bon, siamo in Autunno e come ho già avuto modo di scrivere in più occasioni, questa è una stagione che mi piace molto, mi godo il sole che mi scalda senza ustionarmi, ricomincio a lavorare le lane senza problemi, mi godo tante zuppe ^_^

Questa settimana ho "scoperto l'acqua calda", ovvero una ricetta semplice semplice ma buonissima per la zuppa di zucca e quindi la condivido con voi ben volentieri!


Un breve premessa occorre:
nell'orto di mio suocero avevo visto queste bellissime zucche in perfetto stile Halloween, visto che di solito le uso per farci un po' di condimento per pasta e risotto gliene ho chiesto un pezzettino...detto fatto: avevo una intera e grandissima zucca tutta per noi.

Era talmente grande che la metà l'ho subito regalata a mia madre, golosissima di questo tipo di zucche e con la parte rimasta, dopo un po' di risotti, ho deciso che era l'ora di "tentare" una zuppa, ed ecco come:
ho fatto rosolare una cipolla intera (io ne ho usata una rossa, ma con quella bianca viene più delicata) tagliata fine fine
ho tagliato a piccoli pezzetti la zucca e l'ho "buttata" a rosolare un po' assieme alle cipolle
nel frattempo ho fatto un po' di brodo vegetale che ho aggiunto pian piano nella pentola assieme alla cipolla e alla zucca già rosolate , ho lasciato cuocere il tutto per una mezzoretta, assieme ad un po' di prezzemolo, poi ho lasciato raffreddare
a questo punto ho deciso che avrei fatto una vellutata e non una zuppa, quindi ho fatto frullare il tutto e ho rimesso un po' a cuocere...

buonissima ^_^
aggiungete del pane tostato un pò di olio buono a crudo, et voilà ^_^

mercoledì 18 settembre 2013

Auguri Lucia!!!

Oggi mercoledì 18 settembre faccio un post dedicato ad un'altra delle qualità che contraddistinguono noi creative: la collaborazione!

La "collaborazione" è una qualità importante per chiunque e in qualunque campo, in piccoli e grandi gruppi, per piccole e grandi iniziative...non si tratta di "semplice" vicinanza all'altro, ma ben di più...si parla di parole che sono anche azioni, di movimenti gestaltici in cui l'uno non è più una singola entità ma parte di un insieme...

La "collaborazione" non è solo scambio di informazioni, ma nella mia personale interpretazione è anche guidare e lasciarsi guidare, in una sorta di catena Umana  (con la "U" maiuscola") che metaforicamente ricorda la fila stretta di uomini e donne che nei vecchi film si passano di mano in mano i secchi di acqua per spengere gli incendi...uniti per un fine comune che poi in fondo è il bene di tutti...

Questa enorme premessa era semplicemente un incipit per spiegare il perché del titolo del post...come molte altre blogger e non solo, ho raccolto l'invito di Zelda (vedi questo post: http://zeldawasawriter.com/2013/09/ti-guardo-nel-cuore-un-invito-per-lucia-annibali/ ) per festeggiare tutti insieme il compleanno virtuale di Lucia, il suo anno 0, come lei stessa definisce questo suo nuovo inizio in questa intervista.

Non mi soffermo su quanto è successo a Lucia, perché mi tocca profondamente nel cuore, ma condivido le parole che ha usato Zelda e che condivido pienamente " ...perché non è in campo una lotta di genere ma l’urgente necessità di un’educazione alla libertà e all’amore."



Auguri Lucia e che questo tuo nuovo inizio sia pieno di tante cose belle, buon Anno Zero!!!!


sabato 14 settembre 2013

Settembre: Mese del mentoring

Oggi ho deciso di raccontarvi una parte dei miei piccoli grandi impegni del mese di settembre: il mese del mentore su Etsy!

Etsy, come molte di voi sanno, è una piattaforma internazionale punto di incrocio per chi compra e vende handmade e vintage, ma non si limita ad essere una "fredda" vetrina dove esporre le proprie produzioni, bensì è una vera e propria fucina di idee, dove creative/i di varie specialità e di ogni parte del mondo si incontrano e si confrontano. Un oceano senza fine in cui chi è appena approdato rischia di finire disperso, ma proprio per evitare lo scoraggiamento e incentivare la motivazione di chi vuol costruirsi un proprio percorso di promozione gli Amministratori del sito promuovono varie iniziative affinché lo spirito di gruppo che contraddistingue (o perlomeno dovrebbe contraddistinguere) chi della creatività ha fatto un proprio stile di vita diventi strumento per condividere conoscenze e competenze.

Con questo spirito è stato promosso il "mese del mentoring" dove coppie formate da un mentore e un mentorato lavoreranno assieme per tutto settembre per sviluppare al meglio la "vetrina virtuale". In realtà gli strumenti e le competenze acquisite valgono un po' per qualunque piattaforma/sito web e per "argomenti" diversi pertanto un mese di lavoro duro ma bagagli di competenze acquisite spendibili nel vasto mondo del web...abbiamo lavorato e lavoreremo sulla fotografia (dal giusto background all'inquadratura migliore, al lavoro di post produzione), alle key words ed alla SEO (tosta, eh?), all'uso dei social media ed all'importanza di avere un proprio "brand" (questo sembra proprio un parolone...).

Nel mio caso ho deciso di dare la mia disponibilità come Mentore perché ho ritenuto doveroso in qualche modo "restituire" quanto ho appreso negli ultimi anni grazie alla buona volontà di altre creative che mi hanno seguito, creative sia italiane che americane (anni fa Etsy era frequentato quasi esclusivamente da creativi americani) e perchè ritengo che aiutare e guidare qualcuno con un po' meno di esperienza aiuti anche me a rivedere una serie di "falle" e dimenticanze...evidentemente lassù "qualcuno mi ama" perchè son stata "accoppiata" ad una mentorata "doc": Micol de Le Blusine .

http://www.etsy.com/listing/155020485/gray-linen-overalls-dress-or-skirt-with

Abbiamo iniziato dando un'occhiata critica allo shop in generale e adesso stiamo lavorando (o meglio, lei sta lavorando, io la seguo e le do solo qualche dritta, ma lei si sta impegnando tantissimo e i risultati si vedono!) su tutta una serie di piccoli ma importanti accorgimenti. Il suo "brand" già aveva una sua identità data anche dalla tipologia di abiti che lei stessa produce e chiaramente indirizzati al target delle "donne che lavorano per passione e con passione", donne come me, che amano mettere le mani in pasta, che hanno bisogno di abiti-grembiuli pratici, comodi e pure carini, linee essenziali ma morbide, grandi tasche in grado di contenere tutte quelle cose che donne come noi hanno bisogno di avere sempre a portata di mano...

Mi sono innamorata dei suoi abiti da lavoro ispirati anche dalle bluse degli anni '70  e mi fanno impazzire i grembiuli che in un secondo si trasformano in foulard ferma capelli, che personalmente trovo comodissimi!

http://www.etsy.com/listing/158200701/hair-scarf-neck-mini-apron-pocket-bag

Questo è solo un anticipo, alla fine del mese posterò il resoconto di questo mese di mentoring  insieme a Micol, rimanete sintonizzate ^_^


sabato 7 settembre 2013

L'estate sta finendo....

L'estate sta finendo e sta per cominciare una nuova stagione.

Dico la verità, sono in attesa dell'autunno per i suoi colori, per l'arancio delle zucche di Halloween, per la vite americana che si tinge piano piano di rosso, per le sfumature di marrone degli alberi che iniziano il loro riposo, per il verde scuro del muschio nel bosco, per il grigio di grandi penne e piume che gli uccelli di passaggio lasciano cadere...

Cornacchia 


E della fine di una stagione vedo in realtà l'inizio di una nuova, nuovi stimoli, nuove idee, nuove ricerche e sperimentazioni, nuove persone da incontrare, vecchi amici da rivedere, tanti progetti da concretizzare...


Dall'Agosto appena terminato mi porto dietro tanti autori da leggere, alcuni già scoperti come David F. Wallace e Dave Eggers, altri da scoprire come Donald Barltheme e molti altri...

Dal Settembre appena iniziato mi aspetto grandi cose e, con l'ottimismo che da sempre mi contraddistingue, lavorerò sodo per ottenerle ;)


venerdì 30 agosto 2013

A-mici appesi a un filo...

Come avrete visto dai post precedenti quest'anno è stato l'anno in cui ho preso "seriamente" in mano i pennelli e il mio soggetto preferito son stati i gatti, i mici amici...

Ne ho fatti molti, di fronte, di profilo, addormentati, con gli occhi ben aperti, piccoli e grandi e molti son letteralmente volati oltre oceano per "accasarsi" da persone che li ameranno quanto e più di me...

Questo è Homero, micio appassionato di poesia



Lui si affaccia al davanzale, indeciso se balzare in giardino o tornarsene sul divano
Insomma, ne ho fatti molti, tutti dipinti su vecchie pagine di ancor più vecchi libri, ispirata da "Il libro dei gatti tuttofare" di T.S. Eliot e dalle sue buffe poesie.

Non li ho incorniciati, perchè per farlo avrei dovuto in qualche modo "chiuderli" in un rettangolo-recinto, li tengo così, a far bella mostra di sè, grazie ad un singolo spago e tante mollettine...la soluzione è semplice semplice, ma di effetto e sicuramente da "copiare" come decorazione da parete ^_^

sabato 17 agosto 2013

Un nuovo esperimento: fiori di stoffa ^_^

In questi giorni di agosto passati in città ho deciso di sperimentare nuove (per me ^_^) tecniche, anche perchè per lavorare all'uncinetto o ai ferri è troppo caldo e lo "sguisciare" del filato sul metallo mi dava fastidio...ho collezionato una serie di consigli per evitare il sudore delle mani e poter quindi lavorare il filato anche nella calura, ovvero:
- usare solo filato naturale
- usare cavigliere rinfrescanti
- usare uncinetto e/o ferri in legno

ma niente da fare, le uniche ore in cui riesco a lavorare sono tra mezzanotte e le due di notte :(

Ho cercato quindi in rete qualche input su come impiegare creativamente il tempo e imparare tecniche nuove, risultato, questo:
fotografarsi davanti allo specchio del bagno non è il massimo, lo so ^_^
Visto che si tratta di una tecnica semplicissima, la condivido con voi, che ne dite?
Iniziamo dai materiali necessari:
- tessuti tipo satin, sintetici, tipo quelle tendine di velo colorate che si trovano a pochissimo in ogni discount
- una candela
- un paio di forbici


A questo punto dovete tagliare un cerchio di stoffa (iniziate con uno più grande, poi tagliatene altri leggermente più piccoli). Non serve che siano cerchi perfetti, perchè i bordi verranno comunque "arricciati" grazie alla candela....


Adesso viene la parte che preferisco ... accendete la candela (io uso quelle alla citronella, così tengono lontane anche le zanzare ^_^) e passate i bordi del ritaglio di stoffa vicino alla fiamma della candela, vedrete che si arricceranno creando un effetto di "bordo di rosa". Un consiglio: usate una pinzetta per tenere il "petalo" vicino alla fiamma così non correte il rischio di scottarvi!


Altro consiglio: testate prima la stoffa, io ne ho testate diverse che avevo in casa, prima di trovare quella che si arricciasse correttamente e non prendesse fuoco ;)

Comunque, dopo aver arricciato diversi cerchietti di stoffa, ecco il risultato:



A questo punto prendete ago, filo e qualche perlina...unite i petali al centro e abbellite il tutto con quelche perlina o con quello che vi suggerisce la vostra fantasia...io ne ho fatto un ferma capelli, ma son belle anche come spille ^_^



A presto ^_^

venerdì 2 agosto 2013

fiutatori di tendenze

Qualche giorno fa stavo leggendo un articolo su Il venerdì di Repubblica e devo dire che mi ha incuriosito quel tanto che basta per farne un post sul mio blog. L'articolo in questione ha il titolo di "Cacciatori di stagione" e presenta in copertina una ragazza giapponese davanti ad un negozio di Tokyo, conosciuto per essere un "punto di incontro di stili di strada e tendenze giovanili innovative".

Nell'articolo si fa riferimento a quanto i cool hunter (ovvero i cacciatori di tendenze che suggeriscono alle aziende i prodotti, colori e stili che andranno di moda l'anno successivo) siano stati più o meno soppiantati dai blogger...in realtà leggendo tra le righe dell'articolo si legge che non c'è stata una concreta sostituzione, bensì una sorta di osmosi tra le due figure.

I cool hunters, negli anni 90, erano quella figura professionale che si frapponeva tra le grandi aziende e la strada, tra il marketing e la sottocultura che dettava i nuovi trend...con l'avvento di internet e l'uso massiccio di questo mezzo di comunicazione di massa le cose si sono in qualche modo "semplificate", ovvero si è assottigliata la distanza tra grandi aziende e sottoculture, rendendo le informazioni  accessibili a tutti. Resta il fatto concreto che oltre ad avere a disposizione le informazioni occorre anche saperle "sfruttare", analizzandole, elaborandole e facendo sì che entrino a far parte dei futuri trend.

Mentre 20 anni fa le Aziende sguinzagliavano ragazzotti e ragazzotte in giro per le capitali a caccia di tutto ciò che poteva essere innovativo, alternativo, di nicchia, di strano e stravagante, di piccolo ma interessante, etc, adesso un blogger (ma non solo...) ha tutto a disposizione in rete: fotografie, persone, parole, colori...entrando a gamba tesa nei locali e nelle strade di città all'altro capo del mondo senza spendere troppe energie e soldini...questo significa che un blogger può essere  un buon cool hunter senza alzarsi dalla sedia? No! Un buon cool hunter che sia anche blogger deve "saper vedere oltre", deve saper prendere le informazioni e restituirle, deve "navigare" su internet e camminare tra le strade, deve connettersi con il mondo e con ciò che gli sta vicino, per poter poi riuscire a "rendere" alla rete ciò che la rete gli ha dato: informazioni.

Nell'articolo si parla di Sartorialist , se non lo avete mai visitato, fatelo adesso!

Sempre nell'articolo si fa una riflessione: una volta il cool hunter era una figura precisa, che faceva "quel" lavoro su mandato degli imprenditori, con l'unico obiettivo di annusare e fiutare nuove tendenze da mettere a disposizione di altri...adesso è l'imprenditore, l'artigiano, l'artista, lo stilista stesso ad essere sempre più anche cool hunter, quindi "piccole makers che crescono" pensate anche a questo!

Vi lascio con una fotografia direttamente da The Sartorialist, uno scatto a Firenze, per un look moooooolto cool e dopo questo imbracciate la vostra macchina fotografica e girate per le strade in cerca di persone e cose che siano in grado di "riempire i vostri occhi" ^_^
http://www.thesartorialist.com/photos/on-the-street-the-fortezza-florence-28/